Dormire con le lenti a contatto

Dormire con le lenti a contatto

Temi che ti possa capitare, oppure - visto che stai leggendo questo articolo - ti è già capitato. Per i portatori di lenti a contatto addormentarsi con le lentine sugli occhi è un classico "incidente". A volte, per pigrizia o per stanchezza le si lascia sugli occhi prima di addormentarsi, nella speranzosa convinzione che non ci siano conseguenze.

Eppure, si tratta di un’illusione. La dura verità è che quando dormi con le lenti a contatto gli occhi non respirano come dovrebbero. A meno che non si tratti di un breve pisolino, bisogna sempre ricordarsi (o trovare la forza) di toglierle.

Ragazza sta per addormentarsi con le lenti a contatto

Cosa devo fare se mi addormento con le lenti a contatto?

Se ti è capitato di dormire con le lenti a contatto, niente panico! Fai un respiro profondo e segui questi semplici passi:

  • Resisti alla tentazione di toglierti le lenti subito, anche se ti danno fastidio. È probabile che siano molto secche e “incollate” ai tuoi occhi, quindi sarà difficile toglierle come fai di solito.
  • Massaggia i tuoi occhi per produrre l’umidità necessaria a reidratare le tue lenti.
  • Bevi molta acqua per facilitare la reidratazione degli occhi.
  • Se le lenti sono ancora asciutte, idratale con delle lacrime artificiali.
  • Quando senti che i tuoi occhi sono tornati alla normalità, togliti le lenti.
  • Prenditi un giorno di pausa dalle lenti a contatto. O anche due!
  • Senti ancora fastidio negli occhi anche dopo un paio di giorni? Consulta uno specialista per ricevere consigli su misura.

Perché è sbagliato dormire con le lenti a contatto?

Mentre dormi, i batteri e gli allergeni che si sono attaccati alla superficie delle lenti durante il giorno continuano ad abitare sotto le tue palpebre, trovando un habitat ideale per diffondere infezioni e causare arrossamenti. Inoltre, passando tanto tempo con gli occhi chiusi impedisci all’ossigeno e all’umidità di raggiungere le tue lenti. Conseguenza: le tue lenti si seccano e si attaccano agli occhi.

Non farti ingannare dal fatto che non hai provato alcun fastidio dopo aver dormito con le lenti una o due volte. Se diventa un’abitudine, le probabilità di infettare gli occhi aumenta notevolmente.

A causa della mancanza di ossigeno e di idratazione, dormire con le lenti a contatto può provocare sintomi come:

  • Secchezza oculare
  • Lenti a contatto attaccate agli occhi e difficili da rimuovere
  • Occhi rossi
  • Vista annebbiata

Se poi dormire con le lenti diventa un abitudine, gli effetti collaterali sono anche più seri, come:

  • Cheratite, ossia un’infiammazione della cornea
  • Congiuntivite dovuta alla frequente infiammazione
  • Batteri e infezioni virali
  • Ulcera corneale, ossia una grave lesione della cornea
Ragazza dorme con le lenti a contatto

Aspetta un momento, io porto le lenti permanenti...

In linea di massima, in questo caso non devi preoccuparti. Le lenti a uso continuato sono pensate appositamente per essere indossate anche di notte.

Mai provato le lenti permanenti? Qualsiasi sia il tipo di correzione di cui hai bisogno esistono dei modelli adatte a te, anche in caso di astigmatismo (es. Biofinity Toric) o presbiopia (es. PureVision Multifocal).

Queste lenti, che sono mensili o quindicinali, vantano una maggiore permeabilità all’ossigeno e un alto contenuto in acqua che ti permettono di portarle per vari giorni senza interruzioni, persino di notte. Prima di passare alle lenti a uso continuato ti consigliamo però di consultare un contattologo o un medico specialista per sapere se i tuoi occhi sono adatti a questo tipo di lente.