Come Curare le Palpebre Gonfie

lunedì 4 giugno 2018 da Vision Direct

Palpebra gonfia

Non ne puoi più di quegli occhi gonfi ogni volta che ti guardi allo specchio? Innanzitutto, l’errore più grande che puoi fare è considerarlo soltanto un fastidioso problema estetico. Infatti, se una delle tue palpebre si è gonfiata significa che è affetta da qualche malessere che necessita di essere curato: potrebbe trattarsi di un’infiammazione o di un edema, ossia un eccesso di fluidi nei tessuti che circondano l’occhio.

Il gonfiore delle palpebre può essere più o meno doloroso in base alle cause che lo hanno scatenato e può interessare sia la palpebra superiore che inferiore.

Quali sono quindi le cause di occhi gonfi? Una volta individuate le cause, esistono dei rimedi? Per sapere come tornare a godere di occhi sani e belli, continua a leggere questo articolo.

Cause delle palpebre gonfie

Il gonfiore delle palpebre può essere causato da tantissimi fattori diversi. Elenchiamo quelli più tipici:

  • Allergie: il polline, la polvere e i peli di animali sono alcune delle cause tipiche di allergie, scombussolando il nostro sistema immunitario. Le allergie agli occhi emergono quando l’occhio rilascia un “mediatore” chimico per proteggersi dagli allergeni a cui sono sensibili. Il mediatore più famoso è l’istamina, che provoca la dilatazione e il rigonfiamento delle membrane dei vasi sanguigni, facendo diventare l'occhio rosso e acquoso.
  • Ferite all’occhio: ogni urto che avviene nell'area degli occhi, incluso il famoso occhio nero, può provocare palpebre gonfie. Anche la chirurgia estetica può provocare effetti indesiderati alle palpebre.
  • Herpes oculare
  • Blefarite: un’infiammazione delle palpebre.
  • Congiuntivite: un’infiammazione della congiuntiva, una sottile membrana che protegge la cornea dell’occhio. Forse hai sentito parlare della congiuntivite col termine "occhio rosa".
  • Orzaiolo: un’infiammazione delle ghiandole della palpebra. All’inizio sembra un bozzolo rosso e pruriginoso. Nel corso del tempo (ore o giorni) inizia ad assomigliare a un foruncolo, a volte con tanto di punta bianca. Non il massimo da vedere, ma non preoccuparti: non è un malessere grave.
  • Sensibilità alla luce
  • Puntura di insetto

Infine, le lenti a contatto sporche possono essere un’altra causa di infiammazione. Per fortuna, esistono liquidi detergenti di qualità che igienizzano le lenti mensili e quindicinali durante la notte. Non dimenticare mai di usarli!

Occhio femminile gonfio

Trattare le palpebre gonfie

La corretta cura degli occhi gonfi dipende da ciò che li ha causati. Prima di tutto è importante consultare un medico che ti sottoponga a un test della vista. Il tuo oftalmologo o contattologo potrebbe prescriverti un farmaco, oppure consigliarti un rimedio da banco come un collirio igienizzante.

Se il gonfiore è dovuto ad allergie, prova delle gocce antistaminiche o dei farmaci contro le allergie. Cerchi un sollievo immediato dal bruciore? Applica delle buone lacrime artificiali e sentirai subito un po’ di freschezza.

In caso di congiuntivite o herpes oculare, dovresti ricorrere ad antibiotici, pomate, colliri antinfiammatori o antivirali.

I casi più leggeri di palpebre gonfie possono essere alleviati con rimedi “casalinghi”. Il più classico? Evita di stropicciarti gli occhi, rischi solo di peggiorare la situazione. Se indossi lenti a contatto, rimuovile finché il gonfiore non è guarito.

Un altro rimedio naturale agli occhi gonfi consiste nell’applicare degli impacchi. Hai presente i classici cetrioli sugli occhi? Aiutano a reidratare e a ridurre il gonfiore per un po’. Se i tuberi ti ispirano di più, puoi anche usare le patate.

Riduci inoltre il consumo di sale e alcol e aumenta quello di acqua, il rimedio più naturale per tenere gli occhi idratati. Se cerchi un sollievo ancora maggiore, dovresti provare anche un trattamento per occhi secchi.

Quando hai l’occhio gonfio, in particolare quando questo è causato da un orzaiolo, evita di applicare make-up o creme per gli occhi: rischi di bucare la bolla e di diffondere l’infezione. Non proprio la decisione più saggia e bella da vedere.

Infine, non dimenticare di dormire a sufficienza: le famose otto ore a notte sono particolarmente indicate, ancora meglio se passate riposando sulla schiena e con la testa elevata, una posizione che facilita il drenaggio di liquidi.

Link correlati

please wait