8 musei e tour virtuali da non perdere

mercoledì 29 aprile 2020 da Vision Direct

Cappella Sistina

La cultura non va in quarantena. Se visitare musei è una delle attività che ti manca di più in questo periodo di autoconfinamento, sappi che la tecnologia ti viene incontro.

Ti piacerebbe visitare la Cappella Sistina ma la fila chilometrica per entrare ai Musei Vaticani ti ha sempre scoraggiato? Hai sempre sognato di passeggiare tra le avveniristiche forme del Guggenheim di Bilbao ma non hai ancora avuto modo di visitare i Paesi Baschi? Vorresti ammirare il panorama delle Ande peruviane dalla cima di Machu Picchu? L’attesa è finita. Musei e siti archeologici di tutto il mondo hanno chiuso le loro porte fisiche per aprire le loro porte digitali, mettendo online migliaia di beni culturali. Anche Google ha arricchito la sua piattaforma dedicata all’arte, piena di gallerie di foto e passeggiate in stile street view.

Tutta questa abbondanza è a disposizione di tutti e a costo zero. Eh sì, a volte le cose più belle sono gratis e non le vediamo (neanche con le lenti a contatto sugli occhi). Basta una connessione a internet, un divano comodo ed ecco che la cultura è a portata di click. Tieniti un pomeriggio libero questo weekend, e parti alla scoperta della nostra selezione dei migliori musei e tour virtuali. Ti consigliamo di usare lo schermo più grande che hai per un’esperienza davvero immersiva.

Musei Vaticani, Città del Vaticano

Hai finalmente il tempo per quella visita ai Musei Vaticani che hai rimandato per anni. Passeggia virtualmente per gli appartamenti papali, ricchi di affreschi e sontuose opere d’arte collezionate nel corso dei secoli. Tra un’opera di Raffaello e una di Michelangelo, ogni sala ti sembrerà una lezione di storia dell’arte.

Ovviamente, non puoi perderti il luogo simbolo: la Cappella Sistina. Lasciati catturare dalla bellezza degli affreschi laterali realizzati da Perugino, Botticelli e altri grandi pittori del ‘400 italiano. Poi, alza la testa (virtualmente, si intende) per ammirare l’iconica volta dipinta da Michelangelo. Persino il tuo cane, che sonnecchia sulle tue gambe, dirà “wow”.

Museo di Storia Naturale di Londra

Natural History Museum, Londra

Fare un tour virtuale del Natural History Museum ti darà la sensazione di scoprire questo museo tramite una visita privata, di quelle che avvengono dopo l’orario di chiusura. Non hai nessuno intorno (niente orde di bambini) e regna il totale silenzio. Ma la partnership tra Google e questo famoso museo di Londra non si limita a regalarti una passeggiata digitale per le splendide sale di un antico edificio di Kensington. Grazie allo street view e alle visite interattive narrate dai curatori del museo, potrai scoprire 300 mila esemplari di dinosauri, pesci, rettili e altri protagonisti della migliore storia naturale.

Ti sentirai un vero paleontologo (della domenica) quando ti ritroverai a scoprire tutto sul primo fossile di T-Rex mai scoperto, sul fossile di un mammut o quello di un narvalo gigante. Per un’esperienza davvero completa, ti consigliamo di munirti di un visore VR Cardboard e di guardare i video che magicamente “riportano in vita” creature estinte tanto tempo fa.

Galleria degli Uffizi, Firenze

La Galleria degli Uffizi ospita una collezione di pitture e sculture dal valore inestimabile, raccolte dalla famiglia Medici e ampliate nei secoli da lasciti, scambi e donazioni. Percorri gli emblematici Corridoi della Galleria e goditi capolavori dell’arte che vanno dalla scultura antica al Rinascimento fiorentino.

Troverai molti dipinti che sicuramente hai già visto sui libri di storia dell’arte, come la Nascita di Venere di Sandro Botticelli, la Medusa di Caravaggio e i ritratti del Duca e la Duchessa di Urbino di Piero della Francesca.

Petra, Giordania

Se andassi per una vera visita al sito archeologico di Petra, ti consiglieremmo senz’altro di metterti delle lenti a contatto con protezione UV, dei buoni occhiali da sole e un bel cappello alla Indiana Jones. Ma grazie a Google e il suo popolare street view, ora puoi scoprire i misteri di una delle Sette Meraviglie del mondo stando comodamente in pigiama.

D’accordo, ammirare le maestose facciate scolpite nella roccia da uno schermo è meno memorabile che farlo dal vivo, ma può darti un’idea di questo luogo mistico, dove architettura e natura si sono incontrate per creare qualcosa di unico al mondo. Chissà, magari acquistare un biglietto per la Giordania sarà la prima cosa che farai alla fine della quarantena!

Museo Guggenheim di Bilbao

Guggenheim, Bilbao

Il Guggenheim di Bilbao è un must per gli appassionati di architettura, oltre che di arte contemporanea. Le forme quasi aliene dell’edificio progettato da Frank Gehry sono diventate famose in tutto il mondo già poco dopo la sua costruzione.

Usa la modalità “Explore” di Google per goderti la vista sulla città basca dal tetto di questo gigante in titanio e pietra calcarea, ed esplora le curiose installazioni presenti sia all’esterno sia all’interno della struttura. Belle anche le gallerie fotografiche che mostrano la costruzione del Museo e le sue collezioni d’arte.

Machu Picchu, Perù

Va bene, anche questo posto andrebbe visto dal vivo, ma mettiamola così: da oggi non devi per forza fare una scarpinata sulla cima delle Ande (o sborsare 24 $ di navetta) per visitare questa antica cittadella dell'impero Inca. Tramite il portale Youvisit, puoi lanciarti in una visita immersiva di Machu Picchu rimanendo sdraiato sul divano, che non è male.

Le dettagliate foto a 360 gradi danno più di un’idea di questo luogo suggestivo, ricco di storia e di mistero. Tra l’altro, a noi ci si è sciolto il cuore alla vista degli alpaca che popolano il sito. Comoda anche l’audioguida (in inglese) che offre cenni storici e architettonici. Se ti piacciono le vedute panoramiche, su AirPano trovi una “super foto” interattiva del sito.

Pergamon Museum, Berlino

Se l’arte antica è nelle tue corde, il Pergamon Museum non ti deluderà. Con il tour virtuale potrai goderti opere monumentali che sembrano uscite da un film storico. Il grande protagonista qui è senz’altro l’altare di Pergamo, imponente capolavoro di epoca greca, che presta anche il nome al museo stesso.

Ma non fermarti lì: esplora anche la maestosa Porta di Mileto, di epoca romana, con bellissimi colonnati. E non dimenticarti di fare un salto alla Porta di Ishtar, grandioso monumento ricoperto con tasselli di ceramica blu, che dava l’accesso all’antica Babilonia.

National Museum of Modern and Contemporary Art, Seoul

Alzi la mano chi è esperto di arte contemporanea coreana. Bene, neanche noi, ma ora possiamo colmare la lacuna insieme. Infatti, Google ci porta alla scoperta del National Museum of Modern and Contemporary Art di Seoul, in cui troveremo ogni genere di opere d’arte visuale realizzate da artisti sudcoreani (e non solo), dall’architettura al design.

Scopri stanze ricoperte di luci e specchi deformanti, o installazioni come una gigantesca colonna fatta di TV al tubo catodico. Infine, non abbandonare la visita prima di aver fatto una passeggiata digitale per i ridenti giardini davanti al museo: per fortuna, fuori c’è sempre il sole quando sei su street view.

please wait