Giornata mondiale della vista 2020: proteggersi da raggi UV e luce blu

lunedì 5 ottobre 2020 da Vision Direct

Uomo legge sul tablet in giardino

Non lo si può negare: il lockdown globale del 2020 ha portato grandi cambiamenti nelle nostre abitudini quotidiane e nella nostra salute in generale. Il passaggio allo smart working e alla socializzazione da casa per mesi ha significato una costante interazione digitale: ci ricordiamo tutti le infinite riunioni su Zoom e i pranzi di famiglia su Whatsapp. Man mano che le restrizioni si sono allentate in Italia - fortunatamente a ridosso dell'estate - abbiamo potuto tornare a goderci attività all'aperto come i bagni al mare, le passeggiate in montagna e le grigliate in compagnia.

Viste le circostanze, quest'anno è quindi aumentata la nostra esposizione a due tipi di luce potenzialmente dannosa per gli occhi: la luce UV (proveniente dal sole) e all'interno (proveniente dai nostri dispositivi digitali). È vero, questi tipi di luce possono anche essere utili a piccole dosi, ma è quando si supera una certa soglia che sorgono i problemi. Ora più che mai, un'accurata protezione degli occhi è estremamente importante, soprattutto per i portatori di lenti a contatto.

In questa Giornata mondiale della vista, siamo orgogliosi di unire le forze con gli esperti di cure oculistiche di tutto il mondo per aumentare la consapevolezza dei pericoli della luce ultravioletta e della luce blu. Resta con noi per approfondire cosa sono esattamente queste sorgenti luminose, i loro possibili pericoli e come contrastarli con qualche accortezza.

Cosa sono i raggi UV?

La luce ultravioletta normalmente proviene dal sole o da fonti artificiali (come i lettini solari) ed è un tipo radiazione potente. Anche se non possiamo vederla, questa luce ci fa stare bene, in particolare dopo una giornata passata al chiuso. La vitamina D trasportata dalla luce è davvero essenziale per le ossa, per il sistema immunitario e addirittura l'umore. Ma il problema delle radiazioni UV è che se si passa troppo tempo a riceverle senza protezione, si può finire con qualche spiacevole danno agli occhi.

Esistono 3 tipi di raggi UV, divisi per la loro lunghezza d'onda:

  • Raggi UVA: è la luce più bassa nello spettro, anche se tende a colpire maggiormente il cristallino, aumentando le possibilità di sviluppare malattie degli occhi come la cataratta o la degenerazione maculare (ADM).
  • Raggi UVB: la seconda luce più forte e subdola a cui prestare attenzione, poiché provoca scottature e danni alla cornea che possono portare a un tumore agli occhi.
  • Raggi UVC: la più forte di tutte le luci, che fortunatamente viene assorbita dall'atmosfera prima di raggiungerci.

Come proteggere gli occhi dai raggi UV

Chi non ama spaparanzarsi al sole, magari con una bevanda ghiacciata in mano? È favoloso, lo sappiamo. Se però vuoi crogiolarti senza incorrere in pericoli, sii consapevole di quando e dove i raggi UV sono più forti.

I fattori che influenzano la forza dei raggi UV solari includono:

  • La stagione: durante i mesi primaverili ed estivi i raggi UV sono più forti, sebbene possano comunque causare danni anche durante le stagioni fredde;
  • L'ora del giorno: tra le 10:00 e le 16:00, i raggi UV sono più forti;
  • Il cielo nuvoloso: non lasciarti ingannare da un cielo grigio, poiché i raggi UV possono ancora raggiungere il suolo attraverso le nuvole;
  • L'altitudine: più si va in alto, maggiore sarà l'intensità dei raggi UV;
  • Il riflesso sulle superfici: acqua, sabbia, erba, marciapiedi e neve riflettono i raggi UV. Che tu sia in vacanza in spiaggia, in campeggio o sulla pista da sci, ricordati di indossare degli occhiali protettivi. Saranno utili soprattutto per prevenire problemi agli occhi come la fotocheratite, che causa gonfiore e visione offuscata;
  • La distanza dall'equatore (latitudine): l'esposizione ai raggi UV diminuisce man mano che ci si allontana dall'equatore.
Gocce per occhi everclear

Ora che conosci i luoghi tipici dei raggi UV, il prossimo passo è prepararsi ai bagliori di luce. Regala ai tuoi occhi una protezione completa combinando questi consigli:

  • Copriti: proprio come scegli vestiti che coprono il tuo corpo dai raggi del sole, lo stesso vale per i tuoi occhi: portati un cappello a tesa larga per mantenere gli occhi in ombra.
  • Ottieni il 100% di ombra: vai sul sicuro quando si tratta della tua vista e investi in un paio di occhiali da sole di buona qualità (da abbinare alle lenti a contatto) con il 100% di protezione UV: tieni a mente che le montature avvolgenti sono le più protettive.
  • Scegli lenti a contatto con filtro UV: che usi le giornaliere, le quindicinali, le mensili, le toriche o le multifocali, puoi facilmente trovare modelli di lenti con filtro UV. Per una consulenza su misura, consulta il tuo oculista. Il nostro ottico consiglia le everclear ELITE, lenti giornaliere ultra comode, traspiranti e ovviamente con protezione UV incorporata.
  • Fattore protettivo della crema solare: quando ti metti la protezione solare sul viso, non trascurare l'area intorno agli occhi, poiché è un punto sensibile e altamente vulnerabile al tumore della pelle.
  • Mettiti al riparo nelle ore più calde: organizza le tue attività all'aperto nei momenti più freschi della giornata, come di prima mattina o nel tardo pomeriggio.
  • Vacci generoso/a con le gocce oculari: anche se non proteggono dai raggi UV, le lacrime artificiali sono ottimi strumenti per dare sollievo a occhi stanchi, irritati e secchi dopo una giornata all'aperto. Ti suggeriamo di provare le gocce everclear per ripristinare rapidamente l'umidità degli occhi.
Donna lavora al computer al buio

Cos'è la luce blu?

A differenza dei raggi UV, la luce blu è visibile e ha una lunghezza d'onda più corta, il che significa che produce più energia. Sebbene la fonte principale della luce blu provenga dal sole, al giorno d'oggi l'abbiamo portata nelle nostre case attraverso i dispositivi digitali come laptop, telefonini, tablet, TV e luci fluorescenti.

La luce blu non è del tutto negativa: sembra che stimoli la nostra memoria, ci faccia sentire meglio e regoli il ciclo del sonno del nostro corpo. Inoltre, ai tempi del lockdown, ha senza dubbio aiutato la nostra salute mentale permettendoci di rimanere in contatto con i nostri cari! Ciò detto, le cose si complicano quando esageriamo, poiché gli effetti negativi, come l'affaticamento degli occhi dovuto agli schermi digitali, possono creare problemi sul lungo termine.

Come proteggere gli occhi dalla luce blu

Niente paura, non stiamo per dirti di mettere via per sempre tutti i dispositivi digitali. Basta rispettare delle buone pratiche per mantenere gli occhi al sicuro dall'affaticamento da schermo.

  • Passa meno tempo davanti agli schermi: lo sappiamo, è meno facile di quanto sembri a causa del lavoro, dei social media, della TV e così via. Ma quando sei davanti agli schermi, prova a fare delle pause regolari e vedrai che i tuoi occhi ti ringrazieranno. Ti consigliamo di seguire la famosa regola del 20-20-20: guardare un oggetto a 20 piedi di distanza (circa 6 metri), per 20 secondi, ogni 20 minuti. Questo esercizio aiuta il cristallino a riabituarsi a distanze focali diverse da quella in cui è posto lo schermo.
  • Applica dei filtri: una tecnica semplice per tenere a bada la luce blu è usando dei filtri per schermo: esistono per tablet, computer e smartphone, e servono proprio a diminuire la quantità di luce blu che raggiunge gli occhi.
  • Inclina il tuo dispositivo: tenendo un dispositivo digitale a un angolo di 30 gradi puoi ridurre l'esposizione diretta alla luce blu. Evita anche di guardare schermi prima di andare a dormire, poiché la luce blu può interrompere la produzione naturale di melatonina, l'ormone che fa venire sonno. Ah, e ricordati anche di non addormentarti mai con le lenti!
  • Mettiti degli occhiali che bloccano la luce blu: quelli con lenti colorate di giallo o con lenti antiriflesso possono bloccare la luce blu. Puoi anche abbinarli a delle lenti a contatto graduate quando sei davanti allo schermo.
  • Batti le palpebre: Sembra una stupidaggine, ma battere di più le palpebre mentre lavori al computer o scorri il tuo feed su Instagram ti aiuterà a mantenere gli occhi ben inumiditi e a evitare la secchezza oculare. Per rilassare occhi affaticati, prova anche alcuni esercizi lenitivi di ginnastica oculare.
  • Aiutati con delle lacrime artificiali: non proteggono gli occhi dalla luce blu, ma li renderanno ben idratati. Tieni un flacone vicino alla scrivania mentre lavori o studi e applica delle gocce regolarmente durante la giornata.
please wait